Novità dal Green Tour: cosa bolle in pentola

novita green tour - scenikalab

L’esperienza proficua e soddisfacente del GREEN TOUR per le scuole si rinnova con un nuovo percorso.

Viste le numerose richieste, il format si è ulteriormente sviluppato per quanto riguarda struttura, argomenti, giochi teatrali correlati al senso pedagogico dell’offerta.

Scenika Lab propone da settembre 2022 un nuovo percorso, un’evoluzione del Green Tour stesso, denso di significati legati al tema dell’ecologia e della sostenibilità ambientale.

Il Green Tour è piaciuto molto alle scuole perché ha saputo offrire un’impronta nuova di interazione tra materiali green e alunni.

L’incontro di 2 ore ha permesso di far conoscere gli obiettivi fondamentali legati al mondo dell’ecologia e ad una maggiore consapevolezza del comportamento umano sul territorio.

La dimensione laboratoriale e teatrale ha avuto molto successo, tanto da essere richiesto un approfondimento da parte di diverse scuole in merito ad alcuni sotto argomenti trattati (inquinamento, ecologia, rifiuti, educazione ambientale).

Gli argomenti affrontabili nel format del Green Tour sono variegati e ciascuno con la medesima importanza

A seconda degli obiettivi didattici della classe, è possibile sviluppare e approfondire l’argomento insieme, mettendo in atto la metodologia teatrale e pedagogica che ci contraddistingue.

Gli obiettivi formativi sono riconducibili al focus sull’ambiente, declinando gli aspetti di conoscenza, cura, rispetto del luogo dove ci troviamo. L’importanza della raccolta differenziata e della gestione dei rifiuti risulta fondamentale per una visione green del mondo. 

A livello laboratoriale vengono proposte attività con uso di materiali di recupero, per sviluppare la motricità e la creatività. Utilizzare i materiali riciclabili per trasformarli in altro aiuta anche a capire l’origine dei materiali stessi.

Il concetto di cambiamento torna ad essere principale per comprendere la dimensione trasformativa dell’esperienza

A livello operativo, l’attività prevista è di 8 ore per classe così suddivise:

  • 2 ore di propedeutica teatrale, esercizi e attivazioni di gruppo;
  • 2 ore di improvvisazione guidata;
  • 4 ore di testo, interpretazione e prove;
  • rappresentazione di una lezione aperta per le classi e/o genitori.

Tra gli esercizi di propedeutica possono essere utilizzati marionette, maschere, oggetti di scena e dispositivi teatrali e narrativi. 

Tra gli esempio di attività proposte, troviamo delle fasi di brainstorming sul tema focus, la scrittura di un racconto legato a un oggetto riciclato (narrazione scritta e corporea) oppure la scrittura di storie di “carta”o sull’“ambiente” utilizzando materiali green come scenografia per la rappresentazione teatrale, e anche l’utilizzo delle carte Green per attività di mimo. A livello ludico, la caccia al tesoro ecologica può risultare divertente e formativa per gli alunni. 

L’utilizzo dei dispositivi GREEN ha sollecitato visivamente e attivamente gli alunni che si sono lasciati coinvolgere durante il format.

Che differenza c’è tra un saggio finale e una lezione aperta?

Il saggio è frutto di un percorso continuativo incentrato su prove e allestimento di un prodotto finale. La “lezione aperta” è una sorta di “saggio finale” ma in forma di lezione.

Si tratta di presentare un riassunto delle attività principali svolte durante il percorso stesso, sotto la guida dell’educatore specializzato.

Per questo nuovo format del Green Tour è maggiormente consigliata questa seconda formula e potete candidare la vostra scuola compilando il modulo.

Hia bisogno di una Consulenza?
Contattaci per maggiori informazioni